Lettino da campeggio

Scritto da Panzallaria   // 26 giugno 2007   // 27 Commenti

Questo post è dedicato a tutti coloro che sono incinti, a tutti coloro che stanno per partire per le vacanze con un bimbo under 3 anni e hanno deciso di comprare uno dei meravigliosi lettini da campeggio di Prenatal.

Uno di quelli che oplà si aprono e oplà si chiudono in un batter d’ali. Quei meravigliosi oggetti che ti pensi ti cambieranno la vita, migliorandotela vieppiù.

Ma facciamo un salto all’indietro.

Settembre; matrimonio di un ex compagno di scuola di Tino. Tavolo pieno di neogenitori, tutti assorti sulla mia pancia e sulle conseguenze di quest’ultima.

Prodighi di consigli di ogni genere e di succulenti aneddoti sui figli. Uno non mi rimase particolarmente impresso, ricordo solo che narrava delle peripezie di un lettino da campeggio, difficilissimo da montare, che aveva messo a soqquadro l’intera isola del giglio.

Uomini prestanti, agricoltori, ingegneri civili e navali: nessuno era stato in grado di montare il mefitico oggetto.

Questa storia è finita diritta diritta negli anfratti più reconditi della mia memoria, per tornare a farmi visita in Corsica.

Quando, istruzioni alla mano, anche noi altri – forniti di uomo attrezzo – ci abbiamo messo 2 giorni e molte sudate a montare il lettino da campeggio.

Tira di qua, fai perno di là. Usa i pochi addominali rimasti dopo il parto.

Scanchera in quantità e metti in crisi tutto ciò in cui credi.

Leggi e rileggi le istruzioni, maledicendo la  donnina disegnata sopra, che con un sorriso beota e gli occhi chiusi, monta l’aggeggio mentre – probabilmente – sta anche facendo un pomp**** al proprio compagno…

L’uomo attrezzo ce l’ha messa tutta e infatti alla fine, dopo numerose peripezie ce l’ha fatta. Ma non senza una fatica assurda. Degna di una prestazione di forza bruta.

Non parliamo poi dello smontaggio: tu – genitore – già sei lì che rosichi perché le vacanze sono finite e in effetti non è che sei stato molto a panza all’aria, con la figliolanza e tutto il resto, e ti ritrovi pure a lottare con un oggetto non dotato di cervello che sembra saperne più di te e di cui hai un’unica certezza: ti odia.

Ti ha odiato quando hai messo piede nel luogo di villeggiatura, ti odia ora che lo devi lasciare.

Il bastardo ti ride dietro: ti sembra quasi di sentirlo.

E con lui, probabilmente ride anche la prole che ti guarda, addentando il tuo romanzo preferito e sbavando copiosamente sulle tue ciabattine mare, lavate e già riposte in valigia.

Un vero grattacapo. Di quelli che fanno entrare in crisi un intero sistema di valori e ti fanno sentire un essere ignobile.

Ora: succede che domani io e la frolla si parta per due giorni di bagordi a casa dell’Irish, in montagna.

Ieri l’altro sera ho voluto riprovare a montare il lettino. Perché sono una capatosta e vuoi mai che la frolla non sappia dove dormire.

Niente da fare. Uno dei lati, invece di fare clic e tendersi come dio comanda, se n’è rimasto moscio moscio come Fede dopo che il Berlusca aveva perso le elezioni.

Non sono valsi i consigli della Bà, una rilettura critica delle istruzioni e il sangue freddo di Tino.

Niente è servito a niente.

Oggi sono andata nel punto vendita dove avevamo acquistato l’oggetto infernale.

Stavolta me lo cambiate, ohhh se me lo cambiate. Com’è vero che mi chiamo Panzallaria!

Per fortuna la sottoscritta di figurine di mmerda di questo genere ne ha già collezionate in quantità e non ho fatto la voce grossa. Per fortuna non sono entrata tronfiogirl, dicendo che mi avevano rovinato la vacanza e che nemmeno l’uomo attrezzo era riuscito nell’intento.

No, perché quella malnata della commessa lo ha montato in 30 nanosecondi e c’aveva pure la faccia ebete della donnina delle istruzioni!!!

Insomma. Per farla breve.

A chi volesse comprare il lettino di Prenatal nel riquadro qui sopra: NON FIDATEVI DELLE ISTRUZIONI,  ma ricordatevi di quello che vi sta per spiegare la vostra Panzallaria, che sperimentasperimenta anche per voi, perché la vostra vita di genitori non sia costellata di tante piccole delusioni e fallimenti come la nostra.

Aprite il lettino

Sollevate PRIMA i bracci mobili, fin quando non fanno clic e si bloccano.

POI piegate la base del letto e raddrizzate il lettino.

IL CONTRARIO è PROFONDAMENTE SBAGLIATO e INGIUSTO.

Fatelo e sarà peggio per voi.

Morte a chi non segue questi semplici passi!

Questo avrebbe dovuto scrivete il libretto. NON mettere dei cazzutissimi numerini che mi ci spazzo il sederino con i numerini, non mi fanno paura i numerini e si sa che noi italiani siamo fantasiosi e di rado ci adeguiamo ai numerini…

nemmeno quando dobbiamo pagare le tasse e aprire lettini da campeggio per la figliolanza…entrambe cose spiacevoli anzichenò.

Ci sentiamo venerdì!!!!

post scriptum: questo post è diventato un pezzo dello spettacolo teatrale “La rivincita del calzino spaiato”


Articoli simili

27 COMMENTS

  1. per la coniglia, 26 giugno 2007

    Panz dove te ne vai di bello fino a venerdi? mi son persa qualchecosa mi sa! Un bacione e a venerdì :) ricorderò il tuo consiglio per il futuro ;)

    Rispondi
  2. per Chiara, 27 giugno 2007

    L’unico lettino da campeggio che abbiamo mai usato è quello che Amelia usa a Torino e l’ha sempre montato mio suocero (ingegnere). Mi sembra che sia della Chicco. Ma credo anche che, essendo di seconda mano, ci sia stato fornito senza istruzioni e che quindi sia stato montato seguendo più il buonsenso che i deliri del costruttore.
    O magari mio suocero ha dei poteri speciali… ;-)

    Rispondi
  3. per la picu, 27 giugno 2007

    noi abbiamo avuto un problema simile, con il passeggino però.
    con l’aggravante di essere entrambi ingegneri, meccanici per giunta.
    giorni e giorni ad inveire perchè il telaio si chiudeva e si apriva male e non si riusciva ad incastrare la seduta del passeggino; abbiamo rischiato di lasciarci perchè era ovviamente tutta colpa mia, perchè io avevo voluto fortemente e contro il suo parere quel trio, di quel colore, spendendo anzi buttando tutti quei soldi chè uno di quei passeggini superlight bastava e avanzava e tanto la carrozzina ce la potevamo far prestare…
    per farla breve, la figura alla prenatal è stata la stessa, ma la mia commessa avrà avuto si e no 20 anni e mi guardava come fossi scema: umiliata come mai in vita mia!
    per tre mesi non ci ho più messo piede, poi sono arrivati i saldi al 60%…

    Rispondi
  4. per Merechita, 27 giugno 2007

    Il lettino da campeggio che avevamo noi per Streghella lo abbiamo montato una sola volta, per fortuna, in casa dei miei suoceri dove poi è rimasto per circa quattro anni, sempre aperto, visto che anche il solo pensiero del suo smontaggio ci faceva vedere i sorci verdi. Io attribuivo la difficoltà nel montaggio nel fatto che il letto in questione fosse di una sottomarca mai sentita prima con istruzioni solo in inglese e tedesco, ma vedo che anche marche più famose non sono poi così meglio. Il lettino adesso è nella soffitta dei miei suoceri, perennemente aperto e coperto da un lenzuolo :-)) Buona giornata !!

    Rispondi
  5. per La Meringa, 27 giugno 2007

    ‘sti lettini sono una sola. A me pure m’è successo. E me ne sono uscita solo piangendo come un vitello scuoiato!!!

    Rispondi
  6. per LaFrancese, 27 giugno 2007

    o mammina!! ma come facevano le nostre nonne?

    Rispondi
  7. per Chiara, 27 giugno 2007

    Eccomi tornata anch’io dalla Corsica! Che bello rileggerti!!!
    Se pensi che prima i bambini li facevano dormire nei cassetti dei comò…
    noi col lettino da campeggio Baby Bjorn ci siamo trovati bene, è facile da montare…ma che mal di schiena dopo qualche sera, col materasso rasoterra!
    Ho visto che usi il seggiolino da tavolo: lo trovi utile?
    Un bacione e bentornata!

    Chiara A.

    Rispondi
  8. per cinzia, 28 giugno 2007

    guarda, quando siamo andati per un w-e al mare Piui ha dormito con il lettino da campeggio sbilenco perchè un braccio non si agganciava bene….saranno mica tutti baracchini??? io, naturalmente non mi sono sbattuta più di tanto per sistemarlo…

    Rispondi
  9. per Baol, 29 giugno 2007

    Ciao, mi hai ricordato le peripezie per montare e soprattutto smontare il lettino della chicco del mio nipotino l’estate scorsa, e sì, perchè doveva essere lo zio factotum a montarlo…(mannaggia a me quando dicevo che volevo fare lo scienziato…almeno lo avessi fatto sul serio), vabbè, digressioni a parte, posso solo confermare per esperienza personale che le indicazioni che dai alla fine sono giustissime!!! Seguitele oh voi che vi accingete a far dormire il vostro frugoletto sopra quei sottilissima materassi altrimenti… :)

    ciaooooooo

    Rispondi
  10. per Michy, 2 luglio 2007

    Panz, mi sto piegando dalle risate perchè dopo una sudata del 32 fatta a casa dei miei proprio per montare il lettino nel modo sbagliato, ovvero appoggiando prima la base e poi i lati, e maledicendo le istruzioni che spiegavano benissimo come chiuderlo e non come montarlo, una settimana fa, memore di tutto ciò ho montato con la ba il lettino della gaia in un nanosecondo…
    ma che è…se non fai prima una sudata non puoi capire come funziona????

    Rispondi
  11. per Anna, 11 marzo 2008

    Ode a Panz!dopo aver bestemmiato un’ora ed essermi spaccata un’unghia x montare il lettino da campo chicco della mia nipotina hoavuto la bella idea di cercare le istruzioni in internet..e sn capitata sul tuo post!l’ho montato in 3 secondi!!!!sei miticaaa!!!infatti io lo montavo dalla base..ma nn è più logico?:D grazieee

    Rispondi
  12. per Aninka, 12 giugno 2008

    Ciao a tutti,
    e pensare che avevo appena scitto in google: “lettino da campeggio Bjorn” e mi siete usciti furoi voi. Come un miraggio… Mi spiego…
    Ieri notte, ho ricevuto una chiamata isterica da mio marito che, in vacanza con nostro figlio di due anni, mi urlava: “questo c…o di lettino non si apre, non è possibile che non ce n’è uno meglio, non possono funzionare tutti così, mò lo spacco… e sbatteva tirava, sudava malediceva me, mia madre, mio padre e tutti quelli che hanno avuto a che fare con l’acquisto del’oggetto… io, con cibo cinese e film che mi godevo la mia prima solittudine dopo due anni di affanno ripetevo: ma tu devi tirare, sentire il click… e balbettare istruzioni incomprensibili… e ora qui trovo…. che prima vanno tirate su i lati e dopo si spinge ingiù il centro… ma allora… cambia tutto!

    ma chè, non si apre lo stesso.
    Complimenti per il post… ho riso fino a lacrimare.
    Grazie!

    Anna

    Rispondi
  13. per Tanja, 15 novembre 2008

    Grazie grazie grazie!! Stavo buttando il mio lettino da campeggio foppapedretti (usato e senza libretto d’istruzioni..) e dopo aver letto il tuo utilissimo consiglio e voilà d’incanto si è montato. Addio sponde mosce!! Un saluto Tanja (ex panzilla)

    Rispondi
  14. per alessandra, 6 gennaio 2009

    fisicamente stavo cercando le istruzioni per smntare un lettino da campeggio ROssi da ieri sera la mia seconda bambina ha iniziato a dormire in cameretta con la sorella e voglio farlo sparire………..non ci riesco ora seguo le vostre istruz…………….Help

    Rispondi
  15. per alessandra, 6 gennaio 2009

    ce l’ho fatta

    Rispondi
  16. per Ste, 21 settembre 2009

    GRAZIEEEEE!!!!!!!!!
    Lettino da viaggio Prenatal Sunny Garden senza nessunissima istruzione, tanto dovrebbe essere elementare montarlo, e io lì, come uno scemo, a sudare le fatidiche sette camice, con mia moglie che allattava i gemelli prodiga di consigli e suggerimenti, ma nulla, il fetentone rideva di noi e non stava montato… fin quando non ho trovato il tuo suggerimento!
    Grazie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi
  17. per lidia, 29 giugno 2010

    grazie mille!!! anche noi eravamo un pò in crisi…lettino nuovo, istruzioni perse, nostra figlia che ci guardava come fossimo due incapaci… e mentre mio marito continuava a provare con la sua logica io ho cercato delle istruzioni in rete e sono comparsi i tuoi consigli…FANTASTICI!! così si che il lettino si monta in due nanosecondi

    Rispondi
  18. per Max, 30 giugno 2010

    Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!
    Ero perduto e sfiduciato…per 2 notti il bimbo ha dormito nella culla chiusa!!!
    Ora finalmente sono riuscito ad aprirla grazie ai tuoi consigli!
    Smack smack smack smack smack!

    Un papà rinato

    Rispondi
  19. per ........, 13 ottobre 2010

    grazieeeeeeeeeeeeeee, stavamo impazzendo!!!! :DDDDD

    Rispondi
  20. per Laura, 21 aprile 2011

    Ci hai salvato!!! Stavamo impazzendo!!!! ed ora la mia bellissima nipotina potrà pisolare dolcemente anche a casa della nonna!!!!!

    Rispondi
  21. per Simone, 24 giugno 2011

    Mitica Panza ! Se passi da Chia ti facciamo vedere come abbiamo montato bene il lettino !

    Rispondi
  22. per pepe', 21 luglio 2011

    ho prima imparato a bestemmiare in ebraico

    Rispondi
  23. per Maxe, 13 novembre 2011

    Allora io ti Ringrazio.preciso che mi trovavo nella stessa identica situazione di tutti gli altri. Allora mi sono detto che su Internet avrei certamente trovato un aiuto….e infatti….
    Nn ti dico le prime notti in cui il bimbo ha dovuto dormire nella culla semichiusa.
    C’è una particolarità peró rispetto ai casi precedenti. La situazione incresciosa io l’ho avuta ben 2 anni fa e poi avevo conservato il link a questo sito dicendomi che avrei dovuto ringraziare colui/lei che mi aveva risolto il problema. Ebbene oggi guardando tra i miei link preferiti mi sono ricordato ed ecco la presente per dirti sinceramente e sentitamente Grazieeee!!!:-)

    Rispondi
    • per Panzallaria, 15 novembre 2011

      caro Maxe, il tuo commento mi ha fatto davvero sorridere tanto! Grazie a te per essere passato anche a distanza ;-) in bocca al lupo per il lettino senza sponde ;-)

      Rispondi
  24. per Maxe, 13 novembre 2011

    Ah nel frattempo la culla l’abbiamo buttata!!!:-)(ps nelle isole ecologiche;-))

    Rispondi
  25. per Marilena, 10 gennaio 2012

    ….mi hai salvato da una crisi matrimoniale in atto! Volevamo montare il lettino nel nostro studio, per non portare il pupo al nido anche il pomeriggio…
    e non c’era verso! Dopo mezz’ora buona (mio marito s’era pure tolto il maglione per la sudata….):

    io: “ma fammi guardare su internet, sicuramente diranno qualcosa!!!”
    lui (che non ha capito la potenza dei blog delle mamme): “ma cosa vuoi che dicano, se qui ci sono le istruzioni! Vieni qua e tira da quel lato!!!”
    io (seduta alla scrivania, col pupo in braccio): “allora, chiudi il lettino e solleva le sponde….”
    lui: “no, ma non fa…”

    CLICK!

    Fatto!

    Grazie!

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 agosto 1980

25 aprile

40 anni

Abruzzo

acqua

adolescenti

adulti

agenda digitale bo

agenda digitale bologna

agendadigitalebo

Alessandra Frabetti

allergie

amicizia

amore

aneddoti

Anita Giovannini

anniversario

anno scolastico

antonio tabucchi

Aperti comunque

Arena del Sole

Art Hotel Orologio

ArtandSegafredo

artcity

artcitywhitenight

arte

arte e bambini

Arte Fiera

artefiera

articolo_stampa

artigianato

artisti

Austria

auto

babbo natale

babbo natale spiegato ai bambini

bambini

bambini in vacanza

Berluscolo

Berlusconi

Best Western

bicicletta

blog

blogaction

Bologna

Bolognawater

Bolognawaterdesign

Bologna_con_bambini

caccia

calzino_spaiato

cambiamenti

cambiamento

campeggio

camper

camperisti

canzoni

Carracci

cartine stradali

Casa Morandi

cazzeggio

cene_cibo

Cersaie 2013

cibo

ciccioni

cinghiale

cinghiali

citazioni

cittadinanza

cittàxbimbi

Coderdojo

colli

compleanni

compleanno

concita de gregorio

condanna

condivido in Rete

condominio

Condominio Bandiera

consumismo

contest

contro la violenza sulle donne

corsa

cose belle

cose da vedere

creatività

Croazia

cronaca

croniche digitali

cultura

cultura digitale

cyberbullismo

danilo masotti

date_teatro

decisioni

decreto gelmini

degrado

democrazia

denti

dicerie

dicono_di_me

dieta

dietologa

digitale

dimagrire

dimagrire 28 chili

donna rettile

donnaéweb

donne

donne_lavoro

Einaudi

elezioni 2013

emilia

era dell'acquario

estate

Eventi

facciamoci avanti

Face Creative Link

facebook

famiglia

famiglie arcobaleno

fantastorie

favole

favole_bonsai

favole_politiche

feministcamp

figli

figli e asilo

figli e cibo

figli e giochi

figli e influenza

figli e nanna

figli e nido

figli e nonni

figurine

fitness

Forte dei Marmi

foto

fotoromanzo

Francesca Nanni

francesca sanzo

frollina

frollinese-italiano

frollinesque

fughino

generazioni internet

genitori

Genus Bononiae

GGD Bologna

Gianni Celati

giardinetti

giardino

ginopinorino

gioielli in legno

Giorgio Morandi

girl_geek_dinner

gloria bevilacqua

Golden Age

gossip

graffiti

gravidanza

Graz

guest post

guida

hosting

il mondo spiegato a frollina

il nostro primo camper

il_fatto

imparare ad andare in bici senza rotelle

in bicicletta

in radio

indicazioni stradali

inserimento

instagram

internet

interviste

invasioni digitali

invasionidigitali

invettive

io-emigro

ipocondria

Isa Grassano

ispirazione

Italia

La rivincita del calzino spaiato

lavorare_da_casa

Lavoro

legno

letizia atti

letteratura

lettere aperte

letterina_a_babbo_natale

lettori di blog

letture

Libera

libri

libro

Lido di Casalecchio

liquida.it

livetag

Loredana Lipperini

Lubiana

Lucio Dalla

lucio_dalla

macchina

made in Italy

maestri

mafalda

mafia

malmostblue

mambo

mamma

mamme

mamme blogger

manifatture

Marche

Maria Perosino

marketing

mast

matrimoni

mercatini

mercatino_di_panz

Milano

mio suocero

mistificazione

Molinella

mommyblogging

mondo_spiegato_a_frollina

Montombraro

mostre

musei

Museo del Patrimonio Industriale

Natale

Natale a Bologna

Navigare Sicuri

navigatore satellitare

neve

non ditelo ai grandi

nonditeloaigrandi

nonno

non_marito

NPDonne

Nuova scena

oggetti

ombelico

orribilia

ospedale

Palazzo Fava

palestra

pannolini

panzallaria

Paolo Nori

papillon legno

parco 11 settembre

parco Nicholas Green

parental control

partecipazione

parto

patrimonio culturale

pedagogia

pediatra

pensieri

persone

Piazza Maggiore

pic nic

Pietrasanta

Pimpa

piste ciclabili

plein air

podcast

poesia

politica

prendersi cura di se'

presentazioni

prima elementare

primavera

pubblicità_svilente

punto nero

quaderni

quartiere Saragozza

racconti

ragazza con l'orecchino di perla

rappresentanti di classe

rassegna stampa

rassegna_stampa

reading

recensioni

regali

resistenza

ricordi

riflessioni

rivoluzione

Roma

romanticismo

roulotte

rovescio

running

San Giorgio in Poggiale

san luca

San Possidonio

santa claus

Sauris

sbobinature

scelte sostenibili

sciopero_blogger

scritte

scuola

scuola di scrittura emiliana

scuola elementare

scuole

scuole elementari

Segafredo

segnalazioni

serie_tv

server

settimana del libro e della cultura per ragazzi

shopping

Silvio Berlusconi

Simone Frabboni

smartwomen

social media

social network

solidarietà

sondaggione

sostenibilità

spettacolo

Stadio

start up

stazione di Bologna

stile di vita

storie

storie del quartiere

strage

sul web

surreale

tagbocamp

talenti

tdays

teatro

terremoto

terremoto_abruzzo

tesi

tino

topino dei denti

Trieste

tumblr

turismo

turismo in camper

twitter

ufficio in casa

università

uomini

uomo denim

usato_bambini

vacanze

vacanze free lance

vacanze_2010

vanna vinci

vecchiette

Vermeer

Viaggi

viaggi in camper

Vienna

vita

vita da camper

vita in camper

water

web

writers

wunderplaz

Zocca